Un saggio virtuale per gli eroi impegnati nell’emergenza Covid. Suonano gli allievi del Conservatorio di Fermo

Un concerto virtuale eseguito dagli allievi del Maestro Alessandro Cappella, docente del Conservatorio Pergolesi di Fermo http://www.conservatorio.net/, debutterà sabato 18 aprile a giorni alterni non dietro le quinte di un teatro ma in uno spazio virtuale , la pagina Facebook Musica per Resistere , capace di dilatare il messaggio di vicinanza e conforto dedicato a tutti coloro che, a vario titolo sono impegnati nell’emergenza sanitaria in atto.

MariaCristina Mannello per Musica per Resistere

Anche il Conservatorio eccellenza del nostro territorio, da sempre luogo di scambio, confronto e crescita, diventa 2.0, per sperimentare il potere aggregante e consolatorio della musica, un linguaggio unico e potente, attraverso la performance di sedici allievi che hanno accolto entusiasti la proposta del Maestro Cappella.

“Devo ringraziare lo spirito degli studenti del Conservatorio che, dalle proprie abitazioni hanno eseguito con dedizione e grande spirito di squadra, questo saggio virtuale come fosse reale, un progetto nato per rendere omaggio al valore di tutti coloro che senza sosta si stanno prodigando per far fronte all’emergenza sanitaria.

Maestro Alessandro Cappella

Inoltre – prosegue il maestro Cappella i ragazzi hanno scritto e recitato “Musica per resistere”, un brano che sarà online domani sulla pagina fb omonima , che è diventato a tutti gli effetti un manifesto cui deleghiamo il compito di introdurre il saggio che verrà eseguito e il messaggio che vogliamo lanciare. Lo spirito di iniziativa ha stimolato la creatività dei ragazzi a tal punto che un nostro ex allievo già diplomato Federico Carboni, ha composto una poesia molto profonda che racchiude lo spirito del nostro concerto- conclude il Maestro Alessandro Cappella

 Di seguito un passaggio del Manifesto “Musica per Resistere”

“La musica è una compagna fedele, che dà conforto alle nostre sofferenze, paure e dolori. È porto sicuro dove rifugiarsi per non sentirsi soli, rende speciali i momenti gioiosi, è protagonista della vita dell’uomo, è un linguaggio universale che ci unisce a prescindere dalla diversità. Noi non possiamo lasciare che la sua forza rimanga confinata tra le mura domestiche, ed è nostro compito farla uscire per superare le distanze.Per fare ciò abbiamo pensato di lasciar parlare la musica attraverso il pianoforte”. 

Ancora una volta alla musica viene dato il compito di unire: a giorni alterni, a partire da sabato 18 aprile, sulla pagina fb “ Musica per Resistere” , tutti potranno assistere all’interpretazione al pianoforte degli studenti del Conservatorio impegnati nel saggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...