VESTITI d’Arte per la Ricerca: le donne del Pascale posano per la ricerca

12 abiti donati dalle donne sono il cuore dell’iniziativa ” Vestiti d’arte per la ricerca” : chirurghe, ricercatrici, infermiere, radioterapiste psicologhe dell’Istituto dei tumori Pascale di Napoli si trasformano in modelle per un giorno e indossano abiti donati e trasformati dalle pazienti in quadri dall’artista Alessandro Ciambrone. Le opere su tessuto verranno vendute on line e il ricavato andrà al Pascale.

Quella realizzata dall’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione Pascale è una bellissima iniziativa al femminile in cui le donne sono l’anima del progetto destinato alla raccolta fondi che evidenzia la grande empatia che nasce quando si condivide un percorso fatto di passione, fiducia e speranza. La psicologa Daniela Barberio non è l’unica modella per ungiorno di un’iniziativa dal titolo “VESTITI d’Arte per la Ricerca”, dove vestìti sta per abiti, ma anche vèstiti come verbo imperativo.
Alessandro Ciambrone, architetto di Castelvolturno e pittore per caso, ha dipinto i 12 vestiti a partire da quello della madre e poi via via ha raccolto gli abiti da sera di amiche e amiche delle amiche. Ogni abito ha una storia: se Caterina mamma di Alessandro, ha donato il suo vestito da sposa, Maria Carmen quello di fidanzamento, Fiorella quello del battesimo della figlia, Bianca quello della laurea. L’obiettivo: realizzare una piattaforma dove vendere gli abiti e il ricavato donarlo all’Istituto dei tumori di Napoli a cui Alessandro è particolarmente legato avendo già donato al polo oncologico due quadri e due murales.

Se la Barberio ha indossato l’abito da sposa di Caterina Verre, i due medici ricercatori Marilina Piccirillo e Stefania Scala quelli di Francesca Ragosta e Stefania Ricci,  le chirurghe Stella Gallo e Maria Teresa Melucci hanno sfoggiato gli abiti donati da Cinzia Marino e Maria Carmen Ragosta, i medici oncologi Claudia Trojaniello e Sabrina Rossetti quelli di Fiorella Girace e Bianca Stranieri, l’infermiera di ricerca Gelsomina Iovane quello di Rosita Ingenito, la radioterapista oncologa Eva Iannacone quello di Angela Aloschi,  il medico fisiatra Monica Pinto l’abito di Paola Guma, la logopedista Marianna Minasi quello di Arianna Rodriguez.
Lo shooting realizzato negli ambienti dell’Istituto dalla fotografa Federica Gioffredi è online nel sito di Alessandro Ciambrone   . Chi vuole comprare un abito sa che i soldi andranno interamente al Pascale. L’acquisto degli abiti è infatti collegato direttamente all’iban del Pascale IT86I03090356810000008.  Il nome di chi ha donato l’abito e di chi lo acquisterà farà parte del patrimonio del più grande polo oncologico del Mezzogiorno. A loro verrà consegnata una targa su cui verrà scritto il loro nome insieme a quello delle modelle operatrici sanitarie. Per essere visionati i vestiti verranno ospitati nel liceo artistico Palizzi e a curare la vendita donazione sarà la professoressa Bianca Stranieri insieme con l’ufficio comunicazione del Pascale.

Attilio Bianchi DG Pascale


<E’ davvero un piacere assistere al proliferare di iniziative per sostenere il nostro Istituto e la nostra ricerca – dice il direttore generale del Pascale, Attilio Bianchi – Questa iniziativa assume un valore particolare per il significato che sottende, dal dono dell’abito all’impegno dell’artista, delle nostre fantastiche professioniste, e di tutti coloro che, anche in questa occasione, ci daranno una mano>.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...