Con un click o una firma, anche la “Torre sul Porto” della Sentina si candidata tra i Luoghi del Cuore del FAI

C’è tempo fino al 15 dicembre per partecipare alla decima edizione “I luoghi del Cuore FAI”, un’occasione unica per permettere anche alla Torre sul Porto della Sentina di far parte dei beni artistici, storici e naturalistici censiti dal Fondo Ambiente Italiano. Votare è semplicissimo! Basta un click se si sceglie di farlo online accedendo https://www.fondoambiente.it/luoghi/torre-sul-porto-sentina?ldc dopo essersi registrati  sul sito del FAI con l’email o con l’account Facebook, in alternativa si può contribuire apponendo una firma sui moduli cartacei disponibili nei “punti firma” quali la libreria Nave Cervo di Sbt e le accademie musicali Lizard di Sbt e Pagliare.

«La Torre sul Porto – raccontano i ragazzi dei gruppi FAI Giovani di San Benedetto e Ascoli – ha già ricevuto quasi 900 voti ed è tra i luoghi più votati della Regione Marche, con una campagna effettuata esclusivamente sui social, grazie a testimonial locali come il pattinatore Riccardo Bugari, il rapper Kenzie Kenzei, l’imprenditore Guido Di Stefano, il cantante Carl Fanini e la copywriter e voice talent Chiara Gandolfi. Tutto questo ci sta dimostrando che c’è un grande interesse verso il recupero di questo luogo e la valorizzazione della Sentina: un’area di grande valore paesaggistico e naturale, biglietto da visita delle Marche per chi arriva da sud, con una storia che unisce le città di San Benedetto del Tronto e Ascoli Piceno. Chiediamo a tutti i cittadini del Piceno di darci una mano, votando la “Torre sul Porto” sul sito www.iluoghidelcuore.it. Insieme ce la possiamo fare!».

Ad affiancare i giovani del FAI c’è anche l’Associazione Sentina, da tempo impegnata a valorizzare questa importante area del territorio sambenedettese. «Non nascondo che mi sono emozionato quando ho saputo dell’interesse dei giovani per la Torre sul Porto», racconta il presidente Albano Ferri, «perché questo è il mio Luogo del Cuore, insieme a tutta la Sentina. Ogni volta che accompagno le famiglie, con bambini al seguito, a visitare la Riserva Sentina, ci fermiamo all’ombra della Torre sul Porto e racconto la sua storia. Gli adulti si distraggono, i bambini invece guardano le antiche mura e ascoltano affascinati. Vedo nei loro occhi il desiderio di far vivere la Torre sul Porto più a lungo possibile, per poterla raccontare a loro volta ad altri bambini. E questo desiderio è anche il mio: poterla rendere nuovamente agibile e proteggerla dal mare. Solo i giovani potranno salvarla».

Un po’ di storia… conosci la Torre del Porto?

La Torre sul Porto è un edificio dal grande valore storico: si tratta di una delle ultime torri difensive litoranee ancora presenti nelle Marche. Questo tipo di costruzione infatti si diffuse in tutta la costa adriatica tra XV e XVI secolo per difendersi dalle frequenti incursioni di pirati e briganti. Nel 1543 la città di Ascoli decise di dotarsi di una torre ottagonale in prossimità del porto fluviale sul Tronto. Poco più di un secolo dopo, nel 1673, in seguito al diffondersi della peste si decise di aggiungere una struttura rettangolare, inglobando in parte la torre, per ospitare una guardia armata permanente per la difesa del porto e per la sorveglianza sanitaria delle merci straniere in arrivo. È stata poi per molti anni un’abitazione per le famiglie contadine della Sentina, fino all’abbandono in tempi recenti, seguito per fortuna dall’istituzione della Riserva Naturale Regionale Sentina nel 2004 con il recupero delle parti esterne negli ultimi anni. L’edificio, però, aspetta ancora di essere recuperato interamente e reso agibile. Resta preoccupante, inoltre, il problema dell’erosione costiera, col mare che ormai è arrivato a minacciare la Torre sul Porto.

Cosa sono i Luoghi del Cuore FAI?

Quella dei “Luoghi del Cuore” è un’iniziativa ormai nota al grande pubblico: ogni due anni il FAI invita i cittadini a votare i luoghi italiani più amati. Quest’anno la votazione è iniziata il 6 maggio e resterà aperta fino al 15 dicembre 2020. Grazie alla partnership con Intesa Sanpaolo, i luoghi più votati verranno premiati dal FAI: 50.000 euro, 40.000 euro e 30.000 euro verranno assegnati rispettivamente al primo, secondo e terzo classificato, mentre il luogo più votato via web diventerà protagonista di un video. Tutti i luoghi che otterranno almeno 2000 voti potranno inoltre partecipare a un bando per progetti di recupero e valorizzazione. È possibile votare online sul sito www.iluoghidelcuore.it, oppure firmare i moduli cartacei disponibili presso attività come la libreria Nave Cervo di San Benedetto e le accademie musicali Lizard di San Benedetto e Pagliare. Ogni persona può dare al massimo un voto a ciascun luogo, ma può votare tutti i luoghi che vuole: nel Piceno ci sono anche altri luoghi candidati, come la Villa e Parco Cerboni Rambelli di San Benedetto e la Chiesa di Sant’Angelo Magno di Ascoli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...