Tutti pazzi per il miele. Dalla GDO, ai musei ai privati, è boom per l’apicoltura urbana

Dalla socializzazione al team building passando per progetti educativi, l’apicoltura urbana sta vivendo grande fermento grazie alla crescente sensibilizzazione verso questa pratica e alla consapevolezza del ruolo determinante svolto dalle api, in netta diminuzione numerica, nell’ambito del nostro ecosistema. Per stimolare la curiosità ed appassionare privati, scuole e aziende, è nata su iniziativa di Beppe Manno e Mauro Veca apicolturaurbana.it, una realtà italiana che intende importare uno stile di vita già in uso all’estero, anche nel nostro Paese.

apicolturaurbana.it

«Abbiamo ideato un pacchetto per avvicinare le persone all’apicoltura, che comprende un’arnia completa da 10 favi, l’attrezzatura per curare una famiglia d’api, tuta, maschera e guanti, un piccolo smielatore manuale, la formazione con videoguide e un forum dedicato per dubbi e assistenza» hanno dichiarato su Millionaire . Costo del kit: da 499 a 899 euro, a seconda del tipo di smielatore .

Il servizio “BaaS”, ovvero Bees As A Service, di Apicolturaurbana.it è rivolto anche alle imprese di ogni settore che decidano di rivolgere alle api mellifere almeno parte dei propri investimenti dedicati alla CSR. Si può contribuire a valori socialmente condivisi – come la tutela dell’ambiente e la biodiversità – affidando a noi la conduzione delle api sui tetti o nelle aree verdi degli uffici. Nella prospettiva, di poter condividere con gli stakeholders – dipendenti, partner commerciali, comunità locali, entità caritatevoli – il miele a km zero per tutti!

fonte apicolturaurbana.it

In effetti sono tantissime le realtà che hanno aderito, tra queste Musei, Hotel di Lusso, Aziende. Solo per ctarne alcune, LinkedIn ha installato due alveari sulla propria terrazza panoramica degli uffici EMEA HQ. I dipendenti potranno sorseggiare un caffè osservando le api al lavoro. Oltre 50.000 api provvederanno all’impollinazione di 4.000 metri quadrati di alberi e fiori producendo in media 14 kg di miele marchiato LinkedIn a disposizione dei dipendenti. Carrefour, per esempio, ha già abbracciato un progetto a sostegno delle api in Francia, dove ha installato alveari sui tetti di 50 supermercati e, in collaborazione con gli apicoltori locali, sta producendo del miele.  Per alcuni dei negozi, il miele raccolto viene offerto direttamente ai clienti contribuendo alla salvaguardia delle api, alla conservazione della biodiversità e al know-how locale. Il player della Grande Distribuzione Organizzata ha scelto, in occasione delle giornata mondiale delle api celebrata il 20 maggio, di espandere questa esperienza anche nel territorio italiano partendo dagli Orti di Via Padova a Milano, un vero e proprio luogo della condivisione, ideato dal circolo Legambiente Reteambiente Milano, un punto d’incontro di diverse culture e di proposte educative, di cura dell’ambiente e di promozione culturale,

Alfio Fontana, Responsabile Corporate Social Responsibility Carrefour Italia, Energy Manage

ha sottolineato Alfio Fontana, Responsabile Corporate Social Responsibility Carrefour Italia, Energy Manager: un modello di comportamento positivo che ha ottenuto sostegno e conforto da parte di numerose associazioni locali, culturali e sociali. L’iniziativa è parte dei progetti di sostenibilità ambientale che il player della grande distribuzione sta realizzando nel territorio italiano

Nella nuova terrazzata della rinnovata facciata est, Milano Convention Centre ospita l’iniziativa di apicoltura urbana con 4 arnie posizionate ai piedi della “cometa”, la copertura progettata dall’architetto Mario Bellini a  City Life .  “MiCo è da sempre attento ai temi della sostenibilità. Ma oltre a ciò sono i nostri stessi clienti che ci chiedono di avere un atteggiamento rispettoso e proattivo verso il territorio in cui operiamo svolgendo il nostro lavoro preservando l’ambiente circostante. Abbiamo subito condiviso , l’obiettivo primario di garantire la preservazione delle api e la biodiversità dell’ambiente che ci circonda e di svolgere un’opera di sensibilizzazione verso la società. Per questo abbiamo abbracciato la proposta di Apicolturaurbana.it e, in occasione dei lavori di rifacimento della facciata est, abbiamo creato una terrazza ad hoc per questo progetto” dichiara Francesco Conci, CEO di Fiera Milano Congressi, società del Gruppo Fiera Milano.

Francesco Conci, CEO di Fiera Milano Congressi, società del Gruppo Fiera Milano.

Dopo il lock down e il periodo difficile che stiamo ancora attraversando, abbiamo voluto dare a questa iniziativa il significato di un nuovo inizio che Milano stava aspettando. Nello stesso tempo ci piace anche l’idea che il risultato di questa iniziativa possa essere reso fruibile ai nostri ospiti e per questo stiamo lavorando per rendere accessibile in sicurezza questo spazio alle persone, ai bambini. Apicolturaurbana.it prevede per MiCo la raccolta di questo miele in piccoli vasetti da 40gr da donare a dipendenti, fornitori e clienti.

Sono consultabili su Apicolturaurbana.it videoguide di apicoltura ed è a disposizione un e-book gratuito per una formazione completa per diventare apicoltore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...