Un buon inizio di anno scolastico poliglotta dalla Croce Rossa Italiana.

Anche il Comitato del Piceno invia un messaggio ai ragazzi, corpo docente e personale coinvolto in questa nuova avventura scolastica

E’ suonata la prima campanella! Non sarà un anno come gli altri, avremo molte regole da rispettare ma quel che conta è ricominciare! La Croce Rossa Italiana da sempre accanto al territorio augura così attraverso i social un buon inizio di anno scolastico con un vademecum in tutte le lingue sugli accorgimenti da rispettare per vivere questo percorso in sicurezza, propria e degli altri.
Questa la dichiarazione del sottosegretario alla Salute Sandra Zampa.

“Il rientro a scuola è iniziato questa mattina quasi ovunque. Quest’anno, insieme ai libri, ai quaderni e alle matite, il Ministero dell’Istruzione ci ricorda che nello zaino bisognerà mettere nuove abitudini da rispettare. Riguardano la tutela della salute di bambine, bambini, ragazze e ragazzi.
Per questa ragione le pubblichiamo sul sito del Ministero, accompagnate da una versione in varie lingue.
Grazie all’Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e per il contrasto delle malattie della Povertà (INMP) per aver curato le traduzioni del vademecum.
Buon anno scolastico a tutte e tutti”. A queste traduzioni ne seguiranno presto altre.

Stesso impegno ed augurio anche da parte dei comitati che compongono la Croce Rossa Italiana del Piceno che con voce univoca guardano con fiducia ai giovani affinche facciano da moltiplicatore di sicurezza e responsabilità nei confronti della comunità scolastica e non.

“Che dire… Non srà un anno come gli altri – ha detto Valeria Corbelli Presidente Comitato CRI Sibillini – avremo molte regole da rispettare ma sono sicura che i bambini e i ragazzi saranno davvero attenti. L’importante è ricominciare : la responsabilità e la collaborazione di tutti sarà fondamentale!”

“Voglio inviare ad ognuno di voi studenti queste parole in occasione del rientro a scuola – ha detto Cristian Melatini, Presidente CRI Comitato di San Benedetto del Tronto – è l’inizio di un nuovo anno scolastico e alunni, le famiglie, i docenti e tutto il personale ATA si trovano a rivivere questo momento di ritorno alla normalità dopo la chiusura dovuta al Covid 19. L’apertura di questo anno scolastico è un momento intenso, emozionante importante perchè trasmette fiducia nel futuro di tutti. Ogni giorno vivete la preziosa avventura dell’educazione e della formazione voi ragazzi siete i veri protagosnisti e al tempo steso occorre riflettere sull’importanza del ruolo ricoperto dalla scuola . La scuola è chiamata accanto alle famiglie a completare il bagaglio personale di ciascun ragazzo attraverso l’istruzione e la formazione di cittadini consapevoli e critici liberi di pensare, capaci di affrontare alle sfide della vita di dare un senso alle conoscenze trasformandole poi in competenze. L’augurio che rivolgo a voi cari ragazzi è quello di non abbassare la guardia, di rispettare le regole di rispettare gli insegnanti, i compagni e dobbiamo e dobbiamo impegnarci affinche tutto questo possa garantire qualità accoglienza e supporto necessario a per essere formati quali adulti di domani. Confido in voi ancora una volta nello stare attenti a non abbassare la guardia indossare la mascherina e ad ascoltare i docenti e il personale ATA affinchè tutti gli obbiettivi vengano raggiunti condivisi sostenuti anche con le famiglie. Quindi a tutti voi cari alunni il mio grazie e soprattutto auguri da parte di tutta la Croce Rossa di San Benedetto del Tronto “.

“La scuola rappresenta una Comunità educante, ecco perchè oggi più che mai in una situazione di crisi pandemica occorre saper rispettare le buone regole che sono parte integrante di una società democratica – dice la Presidente della CRI di Ascoli Piceno ed anche docente, Cristiana Biancucci – Il Distanziamento sociale e igiene delle mani , rappresentano ora più che mai strumenti che possono cambiare la vita di molte persone . La CRI di Ascoli Piceno ha sempre ascoltato le istanze della Comunità scolastica ed oggi si stringe virtualmente in un abbraccio corale intorno a chi la scuola rappresenta: dirigenti, docenti, alunni personale ATA, educatori e genitori. Occorre formare i cittadini del futuro secondo uno spirito critico e senso civico con percorsi formativi atti a favorire la formazione della persona, il senso di appartenenza alla comunità locale nazionale ed europea. Le regole da seguire sono poche ma importantissime per il nostro futuro , ecco perchè ad inizio anno scolastico mi preme ringraziare chi costantemente e senza tregua promuove lo sviluppo e l’acquisizione delle competenze dei giovani affinchè essi possano diventare agenti di cambiamento all’interno delle comunità. Inoltre è altresì importante ricordare come smaltire i presidi conferendoli negli appositi contenitori al fine di garantire il minor impatto ecologico salvaguardando il nostro pianeta”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...