Apicolturaurbana.it avvia la collaborazione con Sorint.lab per l’adozione di 3 famiglie di api

Quanto sia fondamentale l’operato delle api per il mantenimento della biodiversità è noto, purtroppo però agricoltura intensiva, uso di pesticidi e cambiamenti climatici stanno decimando la popolazione degli insetti impollinatori. Queste sostanze chimiche sono ampiamente utilizzate e diffuse nell’ambiente, soprattutto nelle aree agricole. La città è quindi diventata un luogo protetto per questi insetti dove trovare rifugio dalla minaccia chimica. Per rispondere in maniera concreta alla scomparsa delle api che sta impattando il nostro pianeta, Apicolturaurbana.it promuove e sostiene l’apicoltura in contesti cittadini, mettendo a disposizione soluzioni e strumenti per l’installazione degli apiari su tetti, terrazzi e giardini di uffici e aziende.

Negli ultimi anni sempre più realtà scelgono per i propri progetti di Corporate Social Responsibility di adottare alveari, attività che si inserisce in un contesto di tutela ambientale e biodiversità. In questo scenario, Apicolturaurbana.it ha studiato il servizio “Baas”, Bees As A Service, rivolto alle imprese di ogni settore che decidono di rivolgere alle api mellifere i propri investimenti dedicati alla CSR. Grazie alla soluzione, il team di Apicolturaurbana.it consente alle aziende di adottare famiglie di api e installare gli apiari sui tetti o nelle aree verdi di proprietà o riferimento, saranno poi i tecnici di Apicolturaurbana.it a curare e gestire il tutto. L’installazione “Baas”, infatti, include diversi servizi chiavi in mano: valutazione della postazione migliore per l’allestimento dell’apiario in modo sicuro e nel rispetto delle normative; fornitura dell’attrezzatura necessaria, arnie, sostegni e abbigliamento per le visite; selezione delle famiglie di api di razza Ligustica Italiana particolarmente docili; cura degli insetti da parte di un tecnico specializzato attraverso visite periodiche; raccolta del miele prodotto e relativo invasettamento in contenitori di vetro con logo e packaging dell’azienda. Oltre ad attività di CSR, l’azienda ha la possibilità di organizzare laboratori di sensibilizzazione sul tema della biodiversità e sull’importanza delle api per dipendenti e ospiti, anche in modalità di team building.

Sorint.lab: storia di un’azienda attenta alle persone e all’ambiente

Per il proprio progetto di CSR, anche Sorint.lab, azienda specializzata in System Integration, leader nella Digital Transformation con sede a Grassobbio, Bergamo, ha scelto di ospitare tre alveari nel proprio giardino sfruttando il servizio “Bees as a Service” di Apicolturaurbana.it. Il progetto, bloccato sul nascere a causa della pandemia che ha visto in Bergamo l’epicentro simbolo dell’emergenza sanitaria, è finalmente venuto alla luce consentendo alle api di tornare a ronzare nei cieli della città.

L’installazione degli alveari per il progetto green di Sorint.lab, nonostante l’interruzione forzata, è stata fortemente voluta dalla direzione dell’azienda a indicare un momento di rinascita dopo il periodo di crisi più profonda. Sorint.lab è stata vicino ai propri dipendenti e alla comunità fin dall’inizio della pandemia, istituendo iniziative a sostegno dei collaboratori e sostenendo il personale sanitario. L’azienda ha infatti donato 40 tablet agli ospedali Papa Giovanni XXIII di Bergamo e Policlinico Ca’ Granda di Milano e sostenuto la Croce Rossa Italiana nella fase più acuta dell’emergenza.

Sorint.lab è anche ideatrice e promotrice dell’Hackaton all’interno di Download Innovation IT Festival & Conference 2020 – Safe mode: ON, tenutosi dal 29 settembre al 1 ottobre e giunto quest’anno alla terza edizione. Quasi 30 persone tra sviluppatori, esperti di UI e UX, grafici, designer, creativi e analisti si sono sfidati per dare forma alle proprie idee innovative nell’appuntamento completamente virtuale che ha visto protagonista il tema api e comunicazione.

Per Sorint.lab, le api sono il simbolo della responsabilità creativa che si traduce in impegno ambientale e rappresentano un modo per connettersi alla natura. L’alveare è una struttura socialmente avanzata: una società dove ognuno ha il proprio compito, che porta avanti con dedizione e rigore, affinché tutto funzioni perfettamente. Un’altra particolarità delle api è il loro modo unico di comunicare: all’interno del loro ecosistema ogni unità è decentralizzata e autonoma, ma resta interconnessa con tutti i soggetti che compongono l’alveare. Ispirati da questi temi è stato chiesto ai partecipanti dell’Hackathon 2020 di sviluppare un progetto che mettesse al centro la comunicazione tra le persone.

“Siamo felici che Sorint.lab abbia deciso di portare a termine questo progetto con noi che a causa dello scoppio della pandemia ha dovuto fermarsi”, afferma Giuseppe Manno, fondatore ed ideatore del progetto Apicolturaurbana.it. “L’installazione delle arnie in una delle località maggiormente colpite dal virus ha un valore di rinascita importante. Sorint.lab è da sempre attenta alla sostenibilità e con questa iniziativa si dimostra ancora una volta sensibile nei confronti dell’ambiente; l’adozione delle api, inoltre, si integra con i valori aziendali di comunicazione e team building su cui si fonda l’azienda”.

“Il motto di Sorint è “Be part of IT”, a cui l’anno scorso abbiamo aggiunto “IT’s up to you”. Dipende infatti da ognuno di noi il corretto funzionamento della comunità, dell’insieme. Come simbolo di questa volontà di superare il singolo, di fare il modo che il gruppo sia vincente, abbiamo pensato alle api. Volevamo però che questo messaggio simbolico diventasse un’azione concreta che ognuno di noi può fare e che rappresentasse anche la grande sensibilità di Sorint per l’equilibrio naturale e l’attenzione per rischio ambientale che stiamo correndo. Abbiamo iniziato col distribuire i semi da piantare nei nostri giardini e balconi durante il nostro festival Download dell’anno scorso, proprio per far tornare le api attraverso i fiori. A Natale 2019 abbiamo poi esteso questo nostro progetto ai clienti spiegando loro che invece di mandare i classici omaggi avremmo destinato quel budget al progetto Apicolturaurbana e, inaspettatamente almeno per me, abbiamo ricevuto tantissimi ringraziamenti, quasi più degli anni prima, confermandoci che il tema delle api è davvero molto sentito”, conclude Luca Pedrazzini, Direttore Generale di Sorint.lab spa.

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...