MAKER FAIRE 2020 DIGITAL EDITION : tutte le innovazioni del CREA

Dall’arnia sensorizzata alla tracciabilità elettronica, dalla piattaforma mobile per la caratterizzazione fisica e quantitativa delle piante in campo alle applicazioni digitali ed IoT (Internet of Things) per la produzione di birra e distillati, dai sistemi digitali per l’irrigazione di precisione fino alla pasta alimentare di grano duro ad elevato potenziale nutrizionale ed al dispositivo semovente per persone diversamente abili. Queste e molte altre innovazioni sono state presentate dal CREA al Maker Faire, il più importante salone internazionale delle innovazioni tecnologiche, che si è svolto in edizione virtuale dal 10 al 13 dicembre. Il CREA ha, infatti, raccolto la sfida tecnologica dell’agricoltura 4.0 per far fronte alle esigenze di un consumatore sempre più esigente ed attento alla qualità dei prodotti e alla tutela dell’ambiente.

Fra le innovazioni presentate l’arnia sensorizzata, che permette di acquisire i valori dell’umidità relativa, la temperatura, le vibrazioni e i suoni interni, il peso dell’arnia e la temperatura esterna, monitorando alcuni parametri vitali del sistema ape-alveare-arnia; la piattaforma mobile phenomobile ad alimentazione elettrica che può essere guidata da un operatore in campo ed acquisire informazioni di phenotyping su parcelle di differenti genotipi vegetali come graminacee e ortofrutta. Si tratta della caratterizzazione quantitativa di variabili fisiche (altezza, colore, forma) di un organismo (fenotipo). È possibile trovare anche l’apparato per la denocciolatura delle olive, brevetto per invenzione n. 102018000006120, che  consente di separare le polpe dei frutti dai rispettivi noccioli, operando per abrasione e costrizione a bassa velocità, limitando le sollecitazioni sulla polpa.  

Nell’ottica della sostenibilità ambientale sono esposte le centraline opensource LORA per strategie di irrigazione di precisione, in grado di registrare l’umidità del suolo a differenti profondità e comunicare le informazioni ad un’antenna distante anche qualche chilometro, consentendo un miglioramento significativo della gestione dell’acqua irrigua. Sostenibilità anche sociale con la messa a punto di un veicolo semovente a trazione elettrica per agevolare la mobilità di persone con ridotte capacità motorie negli ambienti rurali conferendo contestualmente la possibilità di compiere lavori agricoli.   

Non può mancare l’attenzione per gli aspetti legati all’alimentazione con la realizzazione di un processo tecnologico, basato sulla micronizzazione e sulla turbo-separazione di cariossidi, per la produzione di pasta alimentare di grano duro ad elevato potenziale nutrizionale, senza comprometterne la qualità organolettica.

Per maggiori informazioni è possibile consultare alcuni video realizzati dai ricercatori del CREA Ingegneria e Trasformazioni Agroalimentari: la guida automatica in agricoltura di precisionepasta alimentare di grano duro ad elevato potenziale nutrizionale

trasformazione alimentare sostenibile tracciata con sensori nel vicino infrarosso e l’arnia sensorizzata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...