Io non so di tappo! Mai più brutte sorprese nel calice

Vinventions lancia un portale con i vini protetti dalle chiusure sostenibili e innovative, testimonial Chiara Giannotti di vino.tv

I migliori vini italiani ed internazionali protetti da chiusure innovative e sostenibili. Mai più brutte sorprese quando si apre un vino. Mai più bottiglie restituite per difetto di tappo. Vinventions lancia www.iononsoditappo.it, completamente rinnovato e ancora più ricco di informazioni. Nel sito è possibile ricercare i vini per Paese, Regione, tipologia e tipo di tappo. Una nuova sezione dedicata ai vini del mese potrà fornire consigli e suggerimenti di assaggio per chi vuole scoprire nuovi prodotti senza ansie.
Va detto infatti che per gli appassionati di vino il difetto di tappo è una delle paure più ricorrenti prima di acquistare una bottiglia. Ogni giorno 1 milione di bottiglie di vino nel mondo vengono gettate perché hanno il difetto di tappo. 360 milioni ogni anno su 12 miliardi di bottiglie tappate. Il sentore di tappo nei vini chiusi con tappi di sughero monopezzo, infatti, raggiunge ancora circa tra il 3% e il 5% dell’intera produzione a causa di una sostanza che si chiama TCA (tricloroanisolo). Un difetto che con i tappi Vinventions di nuova generazione, sostenibili e innovativi è stato completamente superato.
Per il lancio c’è una testimonial d’eccellenza come Chiara Giannotti, una delle più importanti influencer del vino italiano con Vino.tv.


“Mettiamo a disposizione dei consumatori – ha dichiarato Antonino La Placa, direttore commerciale Italia di Vinventions – uno strumento utile per battere la paura del difetto di tappo. Allo stesso tempo con questo sito vogliamo promuovere gli straordinari vini dei produttori che si affidano a Vinventions per la protezione dei loro tesori enologici. Grazie all’ingresso costante e controllato di ossigeno consentito dalle nostre chiusure riusciamo a prevenire problemi come ossidazione o riduzione. Ogni mese si scopriranno nuovi vini che sono accomunati dallo stesso rispetto per l’ambiente e per le persone, e non hanno difetto da TCA”.

“Sono felice di iniziare un nuovo percorso – ha spiegato Chiara Giannotti – accompagnato ogni volta dalla degustazione di un ottimo vino che ci porterà in meno di 5 minuti all’approfondimento di diverse zone vinicole, di vitigni e di piccole e grandi curiosità. Il fil rouge che lega queste importanti bottiglie italiane è l’aver scelto un tappo sostenibile della linea Nomacorc Vinventions Italia, a dimostrazione che anche su grandi vini di qualità e da invecchiamento si possono avere chiusure innovative e alternative”.

Vinventions, infatti, è pienamente impegnata sul fronte della sostenibilità. A partire dalla materia prima utilizzata per la produzione della prima linea di tappi al mondo a zero emissioni di anidride carbonica realizzato con biopolimeri, la Nomacorc Green Line. I tappi sono derivati dalla canna da zucchero coltivata in Brasile in maniera etica e responsabile. Braskem, partner di Vinventions per la materia prima, ha sviluppato un Codice deontologico per i coltivatori di canna da zucchero. Essi devono rispettare diversi impegni fondamentali in termini di buone prassi operative come il rispetto della biodiversità, buone pratiche ambientali, rispetto dei diritti umani e del lavoro, e disponibilità di informazioni sull’analisi del ciclo di vita del prodotto. Questo Codice deontologico è stato sviluppato in collaborazione con la società Proforest, un’azienda riconosciuta a livello internazionale e specializzata in sistemi di gestione sostenibile delle risorse naturali.


“Il nostro fornitore Braskem – aggiunge Antonino La Placa, direttore commerciale Italia di Vinventions – garantisce che la canna da zucchero è coltivata in terreni non sufficientemente fertili per essere destinati ad altre colture alimentari. La coltivazione della canna da zucchero e la restituzione al terreno dei residui delle coltivazioni precedenti tramite aratura ne favorisce il risanamento. Per questo i produttori di canna da zucchero spostano le colture da un appezzamento ad un altro al fine di rigenerare i terreni agricoli impoveriti. I nostri tappi Green line aiutano la rigenerazione del Pianeta a 360 gradi visto che impieghiamo pochissima acqua nella produzione e che assicuriamo che i vini non abbiano difetti per evitare lo spreco alimentare. Negli ultimi 15 anni abbiamo prevenuto che più di 300 milioni di bottiglie di vino venissero sprecate per difetto di tappo grazie alle prestazioni uniformi delle nostre chiusure”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...