Oggi lo scultore del vento avrebbe compiuto 108 anni. Buon compleanno Pericle Fazzini

Se la mia città è un museo a cielo aperto, è per merito dell’artista 𝐏𝐞𝐫𝐢𝐜𝐥𝐞 𝐅𝐚𝐳𝐳𝐢𝐧𝐢 nato il 4 Maggio 1913 a Grottammare. Le sue opere delineano il perimetro della bellezza che l’artista ha lasciato in consegna al nostro territorio , opere che esaltano attraverso gli elementi naturali le caratteristiche dell’uomo e della sua profondità .

Sua è l’opera Resurrezione, una scultura realizzata  fra il 1970 e il 1975 commissionata da papa Paolo VI nel 1965, anche conosciuta come Aula Nervi dal nome del suo progettista, in Vaticano. Pericle Fazzini fu scelto dopo quattro anni di selezioni 19701975 e gli fu messa a disposizione la chiesa di San Lorenzo in Piscibus per la realizzazione dell’opera. La statua è stata inaugurata il 28 settembre 1977 alla presenza dell’allora papa regnante Paolo VI.

La scultura si estende per una larghezza di 20 metri e occupa tutta la sezione centrale della parete fondale dell’aula. Al centro si trova il Cristo risorto che, svettante, emerge da un caos indefinito che raffigura la morte. I suoi lunghi capelli e la barba sono spostati da un vento che soffia da sinistra verso destra e le sue braccia sono aperte e il volto fa trasparire una sofferenza interiore. Il resto della scultura è un insieme di elementi naturali fusi fra di loro e non ben definiti come rocce, rami secchi e radici. In occasione della Pasqua 2013, le Poste Vaticane hanno dedicato a questa scultura un francobollo da 0,85 €.

“𝗜𝗹 𝗿𝗮𝗴𝗮𝘇𝘇𝗼 𝗰𝗼𝗻 𝗶 𝗴𝗮𝗯𝗯𝗶𝗮𝗻𝗶” è la copia in bronzo dell’opera, collocata dal 2004 nella zona che fu particolarmente cara all’autore e cioè all’inizio della pista ciclabile/pedonabile che da Grottammare porta a Cupra Marittima. Secondo alcuni studiosi l’opera fu concepita proprio lì, tanto che rappresenta il punto ideale di partenza del “𝐏𝐞𝐫𝐜𝐨𝐫𝐬𝐨 𝐅𝐚𝐳𝐳𝐢𝐧𝐢𝐚𝐧𝐨”, itinerario artistico che dal lungo mare nord arriva sino al Museo del Torrione (esposizione permanente dedicata all’artista all’interno della suggestiva torre del paese alto).Rappresenta un ragazzino nell’atto di raccogliere qualcosa da terra, probabilmente una conchiglia.

Sono innumerevoli le opere realizzate dall’artista così come i riconoscimenti e il valore che ha conferito al territorio e all’arte lasciando un segno indelebile tanto negli appassionati quanto nei visitatori della sua Grottammare che, passeggiando , sono contaminati dalla sua cultura e dalla sua visione sempre attuale. Buon compleanno Pericle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...