L’importanza di fare rete: dal team al Network

Comunicare per crescere e costruire soluzioni e relazioni

Oltre alle competenze professionali, la misura della riuscita di un professionist* è nella capacità di costruire relazioni, fare networking, di creare una rete, raccogliendo contatti e costruendo legami. La comunicazione di per se’ è insita nella natura umana , lo ricorda molto bene il primo dei 5 assiomi della comunicazione umana della Scuola di Palo Alto.

Non si può non comunicare. La non-comunicazione è impossibile, perché qualsiasi comportamento comunica qualcosa di noi ed è impossibile avere un non-comportamento. 

In quest’ottica è interessante vedere il contributo apportato dalla tecnologia a questa necessità insita nell’uomo. Il digitale rappresenta una estensione al naturale desiderio di amplificare i contenuti di chi opera nel mondo della comunicazione affinche’ possano colpire una audience sempre più ampia.

Nelo specifico i social rappresentano gli strumenti che ci permettono di testare capacità che sono solo ed esclusivamente umane. Nessuna tecnologia per quanto sia alto il suo livello di umanizzazione, potra’ mai sostituirsi alle persone nella capacità di creare legami. Quello che veramente muove tutto e tutt* sono le relazioni sociali. Le tecnologie sono solo un mezzo che ci permette di raggiungere questo obiettivo.

Con Michela Trada, le #VitamineSocial su L’Altro TG per Newliferadio

Chi decide di investire sul network investe sulle persone e si impegna a dare, prima ancora di ricevere.

Fare Networking significa costruire delle relazioni di valore con Persone con cui abbiamo qualcosa in comune: un obiettivo lavorativo, valori condivisi, uno stesso contesto di riferimento. Tra le esperienze più interessanti accadute in questa settimana, l’intervista rilasciata alla bravissima collega Michela Trada per New Life Media per parlare di #VitamineSocial il progetto editoriale che quest’anno mi vede coinvolta con AD Communications attraverso la collaborazione con le mie colleghe Deborah Annolino e Piera Pastore, professioniste della comunicazione.

L’aspetto che più mi ha colpito è stato riflettere con Michela sull’importanza di fare rete e di inspirare gli altri attraverso il nostro essere gruppo. Avere un feedback così prezioso a mio avviso risulta importante tanto quanto i contenuti che trasmettiamo.

Nel Networking possiamo sperimentare cosa significhi costruire

Entrare in empatia con i colleghi gioverà al tuo modo di lavorare e di produrre e ne beneficerà anche la tua reputazione come professionista. L’online ci dà una grande mano quando si tratta di conoscere persone e, se i nostri obiettivi sono professionali, possiamo trovare gruppi di professionisti che lavorano nel nostro settore.

Essere nel Constructive Network, apprendere un nuovo modo di fare giornalismo

Dal 2021 con AD Communications, il mio team ideale e tutto verticale, sono entrata nel primo network italiano di giornalismo costruttivo immergendomi letteralmente in competenze, professionalità attitudini e modi nuovi di svolgere la professione.

Il Constructive Network rappresenta COME possiamo apportare valore attraverso la professione scegliendo di descrivere e raccontare in maniera proattiva i fatti indicando opportunità e soluzioni. Fare giornalismo costruttivo significa uscire dalla zona di confort e testare le proprie capacità nella possibilità di apportare valore attraverso il nostro lavoro, preferendo la qualità alla quantità ogni giorno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...