“Connessioni per crescere”, se ne discute il 28 maggio alla Conferenza Nazionale BNI Italia

Imprenditoria e reciprocità: sono questi i pilastri su cui si basa BNI, Business Network
International
che, nonostante la pandemia, ha da poco raggiunto il brillante traguardo dei
400 capitoli (gruppi di lavoro) attivi in Italia con oltre 10mila700 membri iscritti.


BNI è la più grande organizzazione di business
networking e scambio referenze al mondo e fa del “givers gain”, ossia chi dà riceve, il suo
caposaldo. I membri BNI, infatti , grazie ad un approccio al business di tipo collaborativo e
non competitivo, creano connessioni e opportunità di business e aumentano così il loro
volume d’affari.

Un approccio collaborativo che si esprime anche nella restituzione al territorio grazie al movimento Business Voices, che dedica progetti di solidarietà e formazione ai giovani imprenditori di domani.

Questi temi saranno al centro il prossimo 28 maggio della Conferenza Nazionale BNI Italia che si terrà online, e aperta a tutti

Photo by fauxels on Pexels.com

info e iscrizioni sul sito http://www.conferenzaBNI.it .

“Connessioni per crescere”, questo il titolo e leit motiv della giornata che vedrà alternarsi sul palco virtuale ospiti d’eccezione tra cui il coach Andrea Favaretto, il fondatore di BNI Ivan Misner, il Ceo e Chairman dell’organizzazione Graham Weihmiller, il marketer Robert Skrob oltre a naturalmente il
national director BNI Italia Paolo Mariola. Connections, appunto: quelle connessioni
relazionali che, anche durante il lockdown e la pandemia, si sono strette ancor di più
senza perdere la propria identità.


«La pandemia è stata per BNI un momento disruptive a cui però abbiamo saputo
prontamente reagire grazie ad uno dei nostri core value: tradizione e innovazione – spiega
Mariola
– Dal 1985 al 2020 tutti gli incontri BNI si sono svolti in presenza, presso bar, hotel
e altre location. Alla fine di febbraio 2020 abbiamo reagito immediatamente alla situazione
pandemica che andava via via aggravandosi con un unico obiettivo: fare in modo che i
nostri membri continuassero a coltivare un altro dei nostri valori fondanti, ovvero costruire
relazioni, e a trovare nuove opportunità di business grazie agli incontri di Capitolo BNI, agli
incontri “One to One” e alla formazione specifica sul networking. Per questo è nato BNI
Online che ha consentito ai Membri di affrontare questo momento così difficile restando in
contatto, anche se virtualmente, e supportandosi a vicenda, grazie alla forza del proprio
network di supporto. La tradizione del metodo BNI e l’innovazione tecnologica hanno fatto
sì che, sia in Italia che nel resto del mondo, BNI abbia continuato a crescere raggiungendo
il 36° anno di crescita consecutiva».


Una crescita non solo in termini di gruppi e persone, ma anche di fatturato: se nel 2019 in
Italia i Membri BNI hanno generato oltre 342 milioni di euro di business, dal primo
lockdown a oggi gli stessi hanno scambiato più di 400mila referenze che hanno generato
un business di oltre 440 milioni di euro. Non per niente la vision dell’organizzazione,
presente in 70 Paesi, è Changing the Way the World Does Business® ovvero, “cambiamo
il modo in cui il mondo fa affari”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...