Parco Nazionale dei Monti Sibillini: concorso per il miglior miele dei Parchi 2021

C’è tempo fino al prossimo 30 ottobre per partecipare ad Assergi alla premiazione del miglior miele dei Parchi Appenninici 2021.

La call è rivolta a tutti gli apicoltori che raccolgono il miele nel corso dell’ultima annata apistica, il 2020 per i mieli di produzione autunno-invernale, il 2021 per gli altri, da arnie posizionate, anche temporaneamente, all’interno di uno dei Comuni ricadenti nelle aree protette dei Parchi dell’Appennino (Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, Parco Nazionale delle Maiella, Parco Regionale Sirente Velino, Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano) . I campioni di miele saranno valutati attraverso le analisi più idonee a mettere in evidenza pregi e difetti del prodotto.

Valorizzazione della biodiversità

Photo by Archana GS on Pexels.com

L’iniziativa si inserisce nell’ambito della “Direttiva ai Parchi Nazionali italiani e le aree marine protette per l’indirizzo delle attività dirette alla conservazione della biodiversità 2020” al fine di costituire una banca dati delle produzioni di mieli delle aree protette, valorizzare le tipologie di miele particolari, incentivare le tecniche di buona pratica apistica e promuovere il consumo dei mieli di qualità.

Il Presidente del Parco dei Monti Sibillini, Andrea Spaterna, sottolinea come le api e gli altri insetti impollinatori svolgano un ruolo determinante anche nel “mantenere la ricchezza vegetale naturale presente all’interno delle aree protette. Per questo i Parchi sono impegnati attivamente con progetti e attività di carattere scientifico e divulgativo nonché di promozione del settore apistico e dei meravigliosi prodotti delle api. Con il Concorso si vuole porre l’accento sulle buone pratiche apistiche grazie ai contributi di apicoltori, studiosi e tecnici che riporteranno le esperienze messe in atto in Italia e nel resto del mondo, in stretta connessione con le problematiche relative ai cambiamenti climatici. L’adozione di comportamenti virtuosi, di qualsiasi entità siano, può incidere in maniera significativa sulla riduzione dell’impatto delle attività antropiche, sull’inquinamento e sull’erosione delle risorse naturali”.

Quando partecipare

Photo by Mark Stebnicki on Pexels.com

Ad Assergi (AQ), il prossimo 30 ottobre, nell’ambito del convegno conclusivo dedicato alla presentazione dei risultati delle ricerche effettuate nell’ambito della Direttiva del Ministero, si terrà la mostra mercato dei mieli appenninici al cui interno sono previste attività di educazione alimentare per bambini nonché degustazioni guidate alla conoscenza delle diverse tipologie di miele e non solo. A coronamento del ricco programma vi sarà la premiazione del miglior miele dei Parchi Appenninici. Unico del suo genere in Italia, il Concorso si rivolge agli apicoltori che raccolgono il miele nel corso dell’ultima annata apistica, il 2020 per i mieli di produzione autunno-invernale, il 2021 per gli altri, da arnie posizionate, anche temporaneamente, all’interno di uno dei Comuni ricadenti nelle aree protette. I campioni di miele saranno valutati attraverso le analisi più idonee a mettere in evidenza pregi e difetti del prodotto.

“È un’occasione per i produttori locali – prosegue Spaterna – di farsi conoscere e magari gareggiare per un buon piazzamento. Di certo le nostre montagne e i nostri fiori hanno qualità molto apprezzate dalle api mellifere che, opportunamente allevate, sanno trasformare il polline raccolto in ottimo miele”.

I mieli vincitori del concorso per le varie categorie saranno oggetto di specifica promozione nell’ambito delle iniziative promosse dalle singole aree protette. Maggiori informazioni e la scheda di partecipazione sono reperibili sul sito del Parco Nazionale dei Monti Sibillini ai seguenti link:

http://www.sibillini.net/attivita/avvisiEPubblicazioni/bandi/files/2021/miglior_miele_dei_parchi/concorso.pdf

http://www.sibillini.net/attivita/avvisiEPubblicazioni/bandi/files/2021/miglior_miele_dei_parchi/scheda_di_partecipazione.pdf

Ma quanto ne sai sul miele?

Valentina Meconio biologa nutrizionista, ci guida alla scoperta di proprietà e caratteristiche di questo prodigio della natura.

 Ad oggi sono stati identificate oltre 300 tipologie di miele che possono essere classificate in base all’origine in: Miele di nettare (a sua volta classificabile in miele poli floreale o millefiori); Miele uni floreale e Miele di melata.

In Italia si possono reperire circa 30 mieli di tipo uni floreale e diversi millefiori; i più diffusi sono:

  • Miele di acacia: caratterizzato da un colore estremamente chiaro, ha un sapore delicato che ricorda quello della vaniglia; non cristallizza.
  • Miele di castagno: ha un colore ambrato, quasi nero, un profumo forte e penetrante e un sapore amarognolo; non cristallizza.
  • Miele di melata di abete: dal colore molto scuro, ha un odore di resina, legno bruciato e zucchero caramellato; sapore meno dolce dei mieli di nettare, con note balsamiche e di malto.
  • Miele millefiori di pianura: miscele di trifoglio, lupinella, erba medica, colza e altre specie della campagna.
  • Miele millefiori di collina: derivati da borragine, biancospino, malva, salvia e rose.
  • Miele millefiori di montagna: mix di arnica, carlina, genziana, lampone, mirtillo e rododendro.
  • Miele millefiori mediterraneo: a base di mirto, corbezzolo, lavanda, rosmarino e cardi. 
Photo by mostafa eissa on Pexels.com

Il miele è un alimento prodotto dalle api a partire dal nettare e dalla melata. È un dolcificante naturale e ne esistono decine di varietà seconda del tipo di nettare. Ha innumerevoli proprietà per la salute e produce un aumento minore dei livelli di glicemia rispetto allo zucchero saccarosio.

Colore e sapore del miele possono essere estremamente differenti ma in linea generale quello giovane tende a essere più liquido e trasparente mentre, con il passare del tempo, la naturale cristallizzazione del glucosio in esso contenuto lo rende più opaco e granuloso.

Photo by Luna Lovegood on Pexels.com

Il miele è il re dei dolcificanti naturali. Ideale per addolcire qualsiasi bevanda, a parità di peso, dolcifica più dello zucchero. Si presta alla preparazione di dolci e anche a piatti salati. È molto in uso anche per accompagnare formaggi utilizzati sia come antipasto sia come dessert .Preso da solo o con latte e brandy è un ottimo rimedio per attenuare i malesseri dell’inverno come raffreddore e febbre.

Controllare che sull’etichetta ci sia scritto “puro” perché la presenza di questa parola segnala che il prodotto non è stato adulterato ( ovvero addizionato di zucchero, sciroppi o additivi estranei al prodotto).

Il grande vantaggio del miele è di poter apportare all’organismo calorie prontamente disponibili, senza richiedere processi digestivi e senza apportare, nel contempo, sostanze indigeribili o dannose. Da questo deriva il suo valore sia per le persone sane che deperite o ammalate. Spalmato sulle gengive dei lattanti calma il dolore nella prima dentizione. Ha un’effetto blandamente lassativo, è ricostituente, rimineralizzante, antianemico, rilassante, stimola l’appetito e calma la tosse, Inoltre è in grado di inibire l’azione di alcuni batteri che causano diarree e coliti. L’utilizzo topico agisce come disinfettante e cicatrizzante per ferite e piaghe. Possiede anche tante altre proprietà che variano a secondo della provenienza del nettare.

Photo by Polina Kovaleva on Pexels.com

Ottimo rimedio naturale  contro i ‘malanni’ di stagione: ad esempio miele e brandy è un rimedio antico per far scendere la febbre, non propriamente adatto ai bambini dato l’uso di un alcolico.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...